Coppa Rally di Zona: weekend di fuoco con i rally di Alba, Salsomaggiore e Scorzé

Tre gare esaltanti su tre diversi fronti hanno animato l’ultimo fine settimana della serie tricolore Aci Sport dedicata ai Rally di Zona

Chentre - Florean (Skoda Fabia R5)

L’ultimo fine settimana del rallismo italiano è stato letteralmente monopolizzato dalla Coppa Rally di Zona Aci Sport. La competizione ridisegnata lo scorso anno, che prevede un percorso di qualificazione diviso su nove zone in base al territorio nazionale, ha alzato il ritmo e nella tre giorni dal venerdì 31 luglio alla domenica del 2 agosto ha proposto un trittico di eventi. Tre rally su tre diverse Zone che hanno offerto uno spettacolo davvero coinvolgente.

ALBA, SECONDO ATTO PIROTECNICO DELLA 1° ZONA

Tutt’altro che scontato il risultato al Rally Alba. La gara sull’asfalto delle Langhe è stato il secondo round valido per la Zona 1, che comprende appunto Piemonte e Valle d’Aosta, dopo la grande apertura stagionale del Rally Lana. Nella provincia di Cuneo erano presenti in molti concorrenti di caratura internazionale, tra i quali molti protagonisti del Mondiale Rally. Alcuni di questi piloti erano però trasparenti nella classifica della Coppa Rally di Zona, in particolare i prioritari FIA Dani Sordo e Craig Breen, vincitore assoluto del Rally, naturalmente tutte le vetture WRC Plus del #RA Plus, le regine del CIWRC di Simone Miele e Corrado Fontana, oltre ai piloti iscritti al 1° elenco dei prioritari, ovvero il friulano quarto assoluto Luca Rossetti.

Tra i protagonisti assoluti c’è stato proprio il vincitore del primo appuntamento biellese Corrado Pinzano su Volkswagen Polo R5, organizzatore del Lana, che ad Alba si è scontrato di nuovo con l’aostano Elwis Chentre. Stavolta si sono invertite le parti, con Chentre su Skoda Fabia R5 che ha chiuso in quarta posizione per la CRZ davanti a Pinzano quinto. Gli italiani infatti sono rimasti fuori dal podio della gara, che ha concesso invece gli applausi agli equipaggi stranieri. Su tutti il finlandese Jari Huttunen, su i20 R5, davanti al giovane francese Anthony Fotia, su Polo R5 di nuovo a suo agio ad Alba. A completare il podio il norvegese Ole Christian Veiby su altra coreana. Quarto l’olandese Gregoire Munster, anche lui su una Hyundai i 20 R5 tra i piloti supportati da Hyundai Motorsport, la casa ufficiale presente al Rally Alba, con al timone il Team Principal Andrea Adamo, che ha dominato la gara assoluta come l’evento parallelo #RA Plus dedicato alle vetture WRC Plus.

Gli italiani si sono quindi raccolti nella seconda parte della top ten, con i protagonisti della Coppa Rally di Zona che hanno comunque portato a casa punti importanti per la qualificazione in vista della Finale Nazionale. Alle spalle di Pinzano chiude sesto per la Coppa Luca Cantamessa su Volkswagen Polo R5. Segnali di sviluppo consistenti pensando già alle prossime gare per Patrick Gagliasso, nono di CRZ e anche lui in cerca del giusto feeling con la sua Polo R5, mentre chiude appena fuori dalla top ten in undicesima posizione Massimo Marasso su Skoda R5.

Porta a termine un rally senza sbavature in classe S2000 Stefano Callegaro, affiancato da Arianna Faustini, su Peugeot 207 che mantiene le redini della classifica dopo il ritiro del rivale Armando De Filippi, su stessa vettura, durante la prima speciale.

Tra le S1600 si impone il pilota di Medesano Roberto Vescovi con la fidata navigatrice cremonese Giancarla Guzzi a bordo della Renault Clio. Anche loro lanciati per un 2020 a doppia via, nella Coppa e nel Campionato.

In gruppo N c’è soddisfazione per Emanuele Franco che su Mitsubishi Lancer Evo N4 risulta il migliore di categoria, con un vantaggio piuttosto consistente su tutti i rivali già dopo il primo loop di prove speciali.

Nella classe R3 successo per il giovane di Sondrio Michel Della Maddalena che insieme a Federica Mauri su Renault Clio guadagna la prima soddisfazione nella battaglia di classe per il CIWRC e si porta a casa punti importanti anche per la stessa classifica della CRZ.

Per quanto riguarda la lotta nella classe R2 del Campionato si prende la vetta il francese Mathieu Franceschi affiancato da Benoit Manzo con la Peugeot 208 aggiudicandosi il miglior crono in tutte le prove.

Storia tutta firmata Suzuki invece per quanto riguarda le vetture R1. La vittoria del primo appuntamento della Suzuki Rally Cup è andata al ticinese Ivan Cominelli che ha raccolto anche il successo tra le R1 davanti al rivale catanese per il monomarca Giorgio Fichera, che invece mette in tasca la vittoria di classe Racing Start.

CLASSIFICA FINALE 14.RALLY DI ALBA – CRZ ZONA 1: 1.Huttunen,- Lukka (Hyundai i20 R5) A 8.7; 2.Fotia- Didier (Volkswagen Polo R5) a 32.2; 3.Veiby – Andersson (Hyundai I20 R5) a 55.2; 4.Munster – Louka (Hyundai I20 R5) a 1’00.8; 5.Chentre – Florean (Skoda Fabia R5) a 1’04.2; 6.Pinzano. – Zegna (Volkswagen Polo R5) a 1’23.3; 7.Cantamessa – Bollito (Volkswagen Polo R5) a 2’00.9; 8.Andriolo – Menegon (Skoda Fabia Evo R5) a 2’08.5; 9.Gagliasso- Beltramo (Volkswagen Polo R5) a 2’26.7; 10.Moffett – Hayes(Hyundai i20 R5) a 3’12.7.

CLASSIFICA ASSOLUTA CRZ – 1° ZONA DOPO DUE GARE: 1. Corrado Pinzano 19,5 pt; 2. Elwis Chentre 18; 3. Jari Huttunen 15 pt; 4.Anthony Fotia 12 pt; 5. Giacomo Scattolon 9 pt – 5.Ole Chistian Veiby 9 pt; 6. Marco Gianesini – 6.Gregoire Munster 7,5 pt; 7.Alberto Dall’Era 6; 8.Gianluca Varisto 4,5 pt ; 9.Roberto Vescovi 3 pt – 9. Luca Cantamessa 3 pt;10. Davide Riccio 1,5 pt- 10. Rudy Andriolo 1,5 pt.

LA BATTAGLIA DI SALSOMAGGIORE LANCIA LA SFIDA NELLA 5° ZONA

Antonio Rusce in azione – (foto Ponti)

Bagarre senza esclusione di colpi anche a Salsomaggiore, dove a spuntarla è stato di nuovo il pilota reggiano Antonio Rusce. Affiancato da Sauro Farnocchia il protagonista del Campionato Italiano Rally è riuscito a far sua la doppietta nella gara inaugurale per la 5^Zona proprio all’ultimo tratto cronometrato. È risultata infatti decisiva l’ultima speciale del rally, che ha consegnato il successo a Rusce davanti a Gianluca Tosi. Il pilota di Castelnuovo Monti, insieme al fido Alessandro Del Barba, di nuovo sulla Skoda Fabia R5, ha chiuso al secondo posto per soli 1.3’’. A completare il podio assoluto Davide Medici con Matteo Nobili su altra Fabia che chiudono ad appena 2’’ dalla vetta.

La provincia di Parma aveva visto però altri due driver lanciati per le posizioni che contano. Per primo Damiano De Tommaso si è messo in mostra sulla Skoda Fabia R5 che però lo ha lasciato sul più bello, quando sembrava ormai avviato alla vittoria finale. Nel trasferimento che portava al via della PS6 la vettura ceca si è ammutolita e non è riuscita a proseguire. Sfortuna anche per Roberto Vellani che chiude quarto a causa di un problema alla bobina prima e alle candele poi che hanno limitato la sua prestazione al volante di Skoda Fabia.

CLASSIFICA FINALE ASSOLUTA SALSOMAGGIORE: 1. Rusce-Farnocchia (Skoda Fabia R5- MS Munaretto) in 31’09”3; 2. Tosi-Del Barba (Skoda Fabia R5-GIMA Autosport) a 1”3; 3. Medici-Nobili (Skoda Fabia R5 Evo -Erreffe) a 2”0; 4. Vellani-Maletti (Skoda Fabia R5- MS Munaretto) a 10”4; 5. Federici-Bardini (Skoda Fabia R5 -Delta Rally) a 23”5; 6. Bruni-Rolando (Skoda Fabia R5- Miele Racing) a 26”9; 7. Paroli-Paroli (Skoda Fabia R5-Balbosca) a 40”3; 8. “Iceman”-Malvermi (Skoda Fabia R5 Colombi) a 1’01”2 ; 9. Ferrari-Casari (Ford Fiesta R5 – GB Motors) a 1’22”7; 10. Minchella-Garzuoli (Skoda Fabia R5-HK Racing) a 1’33”3.

CLASSIFICA ASSOLUTA 5° ZONA: 1. Tosi Gianluca De Barba Alessandro 15pt; 2. Medici Davide Nobili Matteo 12pt; 3. Vellani Roberto Maletti Silvia 9pt; 4. Federici Fabio Bardini Mattia 7,5pt; 5. Bruni Sergio Rolando Massimiliano 6pt; 6. Paroli Antonello Paroli Davide 4,5pt; 7. Iceman Malvermi Debora 3pt; 8. Ferrari Marco Casari Maurizio 1,5pt;

IL RALLY DI SCORZÉ APRE LA QUARTA ZONA

Alessandro Battaglin e Selena Pagliarin

Completa un weekend ricco di contenuti sportivi il Rally Città di Scorzé. La diciassettesima edizione della gara veneta ha incoronato Alessandro Battaglin vincitore al volante di Peugeot 208 R5. Suo il miglior crono in 23’56.9 complessivi dopo le sei prove speciali in programma su un percorso totale di 96,50km, dei quali 38,40km di tratti cronometrati. Sono state due le prove speciali ripetute su tre loop.

Vittoria quindi a Battaglin, alle note Selena Pagliarin, davanti ad una flotta di Skoda Fabia R5, nonostante gli scratch sulle sei prove siano stati registrati da cinque piloti diversi. Per primo Fabio Callegaro, alla destra Federica Franchin, ha aperto il rally con l’affermazione sulla breve “Noale” (3km), conquistata anche al passaggio successivo. Poi è salito in cattedra l’esperto driver proveniente dal Campionato Italiano Rally Terra Tullio Versace affiancato da Cristina Caldart, che ha preso il comando al primo passaggio sulla piesse “Fassinaro”, mantenuto fino all’inizio dell’ultimo giro. Quindi lo scratch di Adriano Lovisetto, insieme al navigatore Simone Scattolin, ha anticipato quello di Dimitri Tomasso con Matteo Turatti sull’ultima prova.

La classifica finale recita quindi Callegaro sulla R5 del Leone in prima posizione, seguito da Andrea Dal Ponte con Enrico Tessaro in seconda con Tomasso a completare il podio di Scorzé, entrambi su R5 ceca. Rimane ai piedi del podio Lovisetto, seguito in quinta posizione del Versace, anche loro al volante di Fabia.

Da segnalare le penalità inflitte ad Adriano Lovisetto, per jump start nella fase centrale della gara, quindi di 50’’ a Dal Ponte per ritardo a c.o..

CLASSIFICA FINALE RALLY CITTÀ DI SCORZÉ: 1. Battaglin-Pagliarini (Peugeot 208) in 23’56.9; 2. Dal Ponte-Tessaro (Skoda Fabia) a 0.0; 3. Tomasso-Turatti (Skoda Fabia) a 6.1; 4. Lovisetto-Scattolin (Skoda Fabia) a 6.6; 5. Versace-Caldart (Skoda Fabia) a 9.1; 6. De Luna-Pozzo (Skoda Fabia) a 23.8; 7. Colferai-Mosele (Skoda Fabia) a 28.3; 8. Mede’-Dusi (Skoda Fabia) a 33.0; 9. Callegaro-Franchin (Skoda Fabia) a 41.2; 10. De Cecco-Campeis (Hyundai I20 Ng) a 59.0;

CLASSIFICA ASSOLUTA 4° ZONA: 1. Battaglin Alessandro – Pagliarini Selena R5 10pt; 2. Tomasso Dimitri – Turatti Matteo R5 8pt; 3. Lovisetto Adriano – Scattolin Simone R5 6pt; 4. Versace Tullio – Caldart Cristina R5 5pt; 5. De Luna Andrea – Pozzo Denis R5 4pt; 6. Colferai Carlo – Mosele Alice R5 3pt; 7. Medè Gimmy – Dusi Anna R5 2pt; 8. Callegaro Fabio – Franchin Federica R5 1pt;

1 thought on “Coppa Rally di Zona: weekend di fuoco con i rally di Alba, Salsomaggiore e Scorzé