Valtiberina Motorsport: “Rally annullato? Solo illazioni”

Valtiberina Motorsport puntualizza che quanto riportato da alcuni organi di stampa, sono prive di fondamento e che per la gara è stata confermata ad Aci Sport la volontà di farla svolgere

Rally Valtiberina

Rally Valtiberina

In merito all’articolo pubblicato nella giornata di ieri da alcuni organi circa l’annullamento del rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, gli organizzatori di Valtiberina Motorsport, insieme a tutti i suoi partner hanno chiarito la situazione attraverso un comunicato stampa ufficiale, definendo quanto pubblicato “totalmente privo di fondamento”.

Valtiberina Motorsport ha comunicato che il 14° Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, rimandato a data da destinarsi dal periodo di origine a seguito delle disposizioni emanate dal Governo Italiano circa l’emergenza sanitaria da Covid-19, “non è a rischio di effettuazione”, ed a conforto di questo informa che proprio nella giornata di ieri è stata comunicata alla Direzione centrale dello sport automobilistico di Aci Sport la decisa volontà di organizzare l’evento, mettendosi a disposizione per il reperimento di una data nel ventaglio temporale che va da agosto ad ottobre. Data che verrà comunicata non appena possibile, comunque seguendo le esigenze che emergeranno in sede di composizione di un nuovo calendario sportivo da parte dell’organo Federale.

“Ci dispiace constatare – commentano dalla direzione di Valtiberina Motorsport – che si inseguano gossip ed illazioni inesistenti, voci infondate. SI conferma che la notizia così come è stata pubblicata non è stata generata dai nostri canali ufficiali, e ogni aspetto e particolare di quanto scritto è privo di fondamento. Siamo amareggiati che queste notizie abbiano coinvolto una testata giornalistica che è sempre stata al fianco delle gare e degli organizzatori con le sue cronache e nel frattempo si conferma che stiamo lavorando per consegnare ai rally un evento come quello che era stato pensato prima dell’insorgere dell’epidemia”.

Notizie circa la gara diffuse senza avere la versione ufficiale dell’organizzazione – si legge nel comunicato – non costituiscono un contributo all’evento stesso e neppure al lavoro che si sta portando avanti per poterla far correre, rischiando di ingenerare confusione oltre che nei rapporti con i partner e sponsor e con le istituzioni oltre che circa i contenuti e i tempi del nuovo scenario auspicato.

Per questo Valtiberina Motorsport comunica che ogni e qualsiasi altra notizia sul Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina – si legge ancora nel comunicato – sarà valida soltanto se diffusa dall’organizzazione mediante comunicazioni ufficiali o mediante informative Federali cui si dovrà fare esclusivo riferimento. Eventuali notizie concepite e diffuse che siano ritenute lesive per l’immagine e la dignità del sodalizio e della gara stessa saranno oggetto di denuncia, con riserva di prevedere le vie legali, senza preavviso, per meglio tutelare i propri diritti.