WRC, cancellate le speciali di domenica: il Rally del Messico si conclude oggi

La decisione è legata alla difficoltà di rientro dei team in Europa a causa delle restrizioni sugli spostamenti legati all’emergenza coronavirus

rally messico

Teemu Suninen e Jarmo Lehtinen - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

L’emergenza coronavirus colpisce anche il mondiale rally. Quello che fino ad oggi sembrava essere l’unico campionato non toccato dall’emergenza, purtroppo deve fare i conti con la realtà. Sono state cancellate le prove speciali di domenica del Rally del Messico.

La decisione degli organizzatori e degli uomini della FIA, è legata alle difficoltà di rientro in Europa dei team, visto le restrizioni sempre più severe sugli spostamenti aerei e navali. Il rally dunque si concluderà questa sera, subito dopo il giro di PS pomeridiane. A piloti e team sarà assegnato il punteggio pieno. Sarà infatti completato come da regolamento il 75% del percorso di gara.

“In accordo con il comitato organizzatore del Rally Guanajuato México e, a causa della chiusura di alcuni aeroporti in Europa – ha spiegato Diego Sinhue Rodríguez Vallejo, governatore di Guanajuato – è stata confermata la decisione anticipare la chiusura dell’evento a questa sera. Supportiamo e rispettiamo questa decisione, che è stata presa in base alla disponibilità degli aeroporti di destinazione. Confermiamo – ha aggiunto Vallejo – che lo stato di Guanajuato non registra casi COVID19″.

Alle parole di Vallejo seguono quelle di Yves Matton, direttore della FIA per i rally: “La decisione di chiudere l’evento questa sera, è stata presa all’unanimità dagli organizzatori, con il sostegno del governatore, del promotore WRC e della FIA. Siamo tutti molto tristi del fatto che la manifestazione debba terminare prematuramente, ma a causa della rapida evoluzione della situazione e delle varie restrizioni di viaggio attuate in diverse parti del mondo, la priorità era garantire un ritorno a casa sicuro per le squadre e il personale. Vorremmo ringraziare gli organizzatori e la Mexican International Motor Sport Federation (OMDAI) per il loro eccezionale impegno nell’ospitare un evento di livello mondiale e l’autorità sanitaria locale per i loro sforzi faticosi e tutte le azioni intraprese per proteggere la gente del posto e i visitatori”.

“Per l’eccezionale ospitalità e per l’organizzazione perfetta, ringraziamo l’intero team Corona Rally Guanajuato e il governo di Guanajuato. Il supporto di cui gode il WRC in Messico da parte di fan e autorità è eccezionale e ci dispiace che questo fine settimana sia giunto presto al termine – ha commentato Oliver Ciesla, amministratore delegato promotore WRC -. Tuttavia, per garantire che colleghi e membri del team possano tornare a casa dalle loro famiglie, apprezziamo la comprensione e la cooperazione di tutte le parti coinvolte, che hanno preso la decisione di chiudere il rally questa sera”.

“In accordo con le squadre, il promotore del WRC e la FIA – ha spiegato Patrick Suberville, direttore del Rally – abbiamo deciso di anticipare la fine dell’evento dopo la tappa speciale del Rock and Rally di questa sera. Ciò consentirà ai team e ai media di tornare nei loro paesi nonostante l’imminente chiusura dei confini a causa dell’emergenza COVID-19. L’evento assegnerà i punti di campionato completi in tutte le categorie”.